Marmellata di mele cotogne (variante: cotognata)

0
947
Marmellata di mele cotogne
Marmellata di mele cotogne

Siamo ormai nel bel mezzo di Ottobre e cosa c’è di meglio di una bella marmellata dal sapore dolce e i colori caldi dell’autunno? Questa volta ho pensato di preparare una buonissima marmellata di mele cotogne che, all’occorrenza e con le dovute accortezze in fase di preparazione, può evolversi in una magnifica cotognata. La mela cotogna, frutto autunnale difficilmente reperibile nella grande distribuzione, oltre a costituire l’ingrediente perfetto per la preparazione di una conserva, racchiude in sé anche innumerevoli proprietà benefiche. Per citarne solo alcune, la mela cotogna è ricca di antiossidanti, favorisce la digestione e apporta grandi benefici all’apparato cardiovascolare.
Ecco il procedimento che ho seguito.

Ingredienti per 500 gr 

  • 1,3 kg di mele cotogne (in questo modo, una volta pulite risulteranno circa un kg)
  • 1 limone bio
  • 300 gr di zucchero di canna integrale

Preparazione

  1. Lavate le mele cotogne e rimuovete accuratamente le parti ammaccate.

    Eliminare le parti ammaccate
    Eliminare le parti ammaccate
  2. Tagliatele a metà e mettetele in una pentola con dell’acqua, aggiungendo un limone tagliato anch’esso in due.

    Immergete le vostre mele in una pentola d'acqua con un limone
    Immergete le vostre mele in una pentola d’acqua con un limone
  3. Lasciate bollire per circa un’ora, finché non saranno cotte. Per verificare se lo sono, infilzate le mele con una forchetta: se la forchetta affonda fino al torsolo, le mele sono pronte.
  4. Levate le mele dall’acqua, aiutandovi con una schiumarola o un colino. Conservate l’acqua di cottura perché servirà successivamente.

    Togliete le mele dall'acqua aiutandovi con una schiumarola
    Togliete le mele dall’acqua
  5. Terminate di pulire le mele, rimuovendo da ciascuna di esse la buccia e il torsolo.

    Terminate di pulire le mele
    Terminate di pulire le mele
  6. Frullate la polpa e mettetela in una pentola, insieme allo zucchero e a due mestoli dell’acqua che avevate utilizzato inizialmente per cuocere le mele.

    Mettete la polpa in una pentola, insieme allo zucchero e a due mestoli dell'acqua di cottura
    Mettete la polpa in una pentola, insieme allo zucchero e a due mestoli dell’acqua di cottura
  7. Lasciate cuocere per un’ora, mescolando il tutto frequentemente con un mestolo di legno.

    Mescolare bene il composto
    Mescolare bene il composto
  8. Quando la miscela avrà assunto una consistenza abbastanza densa, spegnete e lasciate raffreddare. Anche in questo caso, per verificare lo stato della cottura, aiutatevi facendo una semplice prova con un mestolo. Se, raccogliendo parte del composto, questo risulta condensato e non liquido, allora la marmellata è pronta.
  9.  A questo punto avete due scelte a disposizione.
    • Una prima soluzione consiste nel riempire dei vasetti di vetro con la vostra marmellata di mele cotogne. Una volta confezionata, la marmellata dovrà essere conservata in frigo e consumata in tempi abbastanza brevi (indicativamente, entro una settimana). Se desiderate che i tempi di conservazione siano più lunghi, travasate la marmellata in barattoli sterilizzati, sottovuoto.
    • Se, invece, avete voglia della classica cotognata, potete versare la marmellata in alcuni stampini, nei quali la stessa dovrà riposare per circa una settimana. In questo caso, sarà opportuno fare attenzione a riporre gli stampini ripieni in un luogo asciutto. Trascorsa una settimana, potrete togliere la marmellata dagli stampini. Il risultato sarà una squisita cotognata, che avrà la consistenza simile a quella di un budino.

Una ricetta semplice e versatile che sembra fatta su misura per la mezza stagione. Fatemi sapere se vi è piaciuta nei commenti qui sotto!Per altri favolosi dessert, cliccate qui. Buon appetito e buon week end!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here